Emolinfopatologia e Immunopatologia

Identificazione di nuovi indicatori diagnostici e prognostici, al pari di nuovi bersagli terapeutici nelle neoplasie del sistema emolinfopoietico. Caratterizzazione delle popolazioni e delle dinamiche del microambiente tumorale.

Ambiti di ricerca:

Obiettivo della ricerca è l'individuazione di fattori prognostici biologici, determinabili alla diagnosi sia nella popolazione neoplastiche che nel microambiente tumorale, in grado di selezionare i pazienti a maggior rischio di chemioresistenza e progressione di malattia candidabili ad una intensificazione di terapia o ad una terapia mirata.

Lo sviluppo e la diffusione di un tumore sono il risultato non solo di eventi intrinseci al clone maligno, come l’attivazione di oncogeni o l’inattivazione di geni oncosoppressori, ma anche dalla capacità di quest’ultimo di indurre uno stato di immunosoppressione in cui le cellule neoplastiche non vengono riconosciute e distrutte dal sistema immunitario (cancer-immunoediting). Quest’ultimo fenomeno comporta la riprogrammazione del sistema immunitario provocando uno “switch” da una risposta efficace antitumorale verso uno stato infiammatorio cronico che facilita la progressione neoplastica. Questi meccanismi di evasione dall’immunosorveglianza, si instaurano grazie all’interazione del tumore con il microambiente (MA). L'obiettivo della ricerca, mediante l'applicazione di colorazioni immunoistochimiche multiple e nuove metodiche molecolari, è quello di caratterizzare estesamente le celluleneoplastiche e delle popolazioni del MA dei tumori ematologici, comprendere l’interazione tra tumore e sistema immunitario e individuare fattori che possano predire la risposta all'immunoterapia.

 

Progetto di ricerca:

  1. Definizione di markers molecolari predittivi di risposta agli inibitori degli immuno-checkpoint nel linfoma di Hodgkin classico e linfoma a grandi cellule primitivo del mediastino.
  2. Fattori predittivi, proteici e/o molecolari,  di risposta/ricaduta precoce correlati al microambiente nei linfomi non Hodgkin B centrofollicolari con particolare focus sui casi con ricaduta precoce.

RESPONSABILE

TEAM

Simona Righi

Cat. D - area tecnica, tecnico - scientifica ed elaborazione dati

Maura Rossi

Cat. D - area tecnica, tecnico - scientifica ed elaborazione dati