Medicina rigenerativa cardiaca, cardiotossicità e terapie differenziative in campo oncologico

Il nostro gruppo di ricerca si propone di sviluppare nuove strategie molecolari per proteggere e rigenerare il cuore a seguito di danni severi attraverso l'induzione della sopravvivenza e proliferazione delle cellule muscolari cardiache. In campo oncologico studiamo strategie per arginare i processi di progressione e disseminazione tumorale basate sulla modulazione del differenziamento cellulare.

Il cancro e le malattie cardiovascolari costituiscono le cause più comuni di morte al mondo. L'incidenza di queste patologie cronico-degenerative aumenta con l'età. La coesistenza di cancro e malattie cardiovascolari nello stesso paziente è più comune non solo a causa a causa dell'invecchiamento della popolazione, ma anche a causa degli effetti collaterali cardiotossici dei trattamenti oncologici. Un effetto collaterale comune della chemioterapia così come di alcune terapie mirate è infatti la cardiotossicità, che ha un forte impatto sulla qualità della vita e sulla sopravvivenza globale, indipendentemente dalla prognosi oncologica.

Il nostro gruppo di ricerca si propone di sviluppare strategie per stimolare il cuore ad auto-rigenerarsi, individuando ed attivando specifici meccanismi molecolari che possano "forzare" le cellule muscolari cardiache (cardiomiociti) sopravvissute all'infarto a riattivare il programma di divisione cellulare e a proliferare. Nel panorama scientifico moderno, questa innovativa strategia rigenerativa, nota come "cardiogenesi diretta", si sta affermando velocemente, con importanti studi, inclusi i nostri, che hanno portato all'identificazione di alcuni geni e fattori di crescita, in grado di promuovere la proliferazione dei cardiomiociti associata ad un parziale processo rigenerativo del danno generato da un infarto, in modelli animali. Studiamo inoltre strategie molecolari per aumentare la sopravvivenza delle cellule muscolari cardiache al fine di proteggere il cuore dagli effetti di alcuni farmaci antitumorali.

Inoltre, in campo oncologico, ci prefiggiamo di individuare stimoli e meccanismi molecolari che siano in grado di indurre differenziamento cellulare e blocco della proliferazione in cellule cancerose al fine di arginare i processi di progressione e disseminazione tumorale.

 

Ambiti di ricerca:

  • Medicina rigenerativa cardiaca attraverso cardiogenesi diretta
  • Cardiotossicità di terapie antitumorali
  • Terapie differenziative in ambito oncologico, in particolare per il carcinoma mammario

 

Il gruppo di ricerca ha ottenuto alcuni finanziamenti competitivi da enti pubblici e privati, inclusi Fondazione Luisa Fanti Melloni, Fondazione CARISBO, AIRC, Fondazione Cariplo e Unione Europea.

Responsabile

TEAM

Collaborazioni:

Silvia Da Pra (ricercatrice postlaurea), membro del Team

Francesca Sacchi (ricercatrice postlaurea presso il Consorzio Interuniversitario INBB, convenzionata con DIMES), membro del Team 

Carmen Miano (ricercatrice post-dottorato presso il Consorzio Interuniversitario INBB, convenzionata con DIMES)membro del Team

Irene Del Bono (tirocinante di laurea specialistica), membro del Team

Prof. Carlo Ventura

Prof.ssa Federica Facchin 

Prof.ssa Silvia Canaider 

Prof.ssa Giovanna Cenacchi

Prof.ssa Anna Maria Porcelli 

Prof.ssa Luisa Iommarini 

Prof.ssa Mattia Lauriola 

Tzahor - Weizmann Institute of Science (Israel)

Mauro Giacca - King's College (UK)

Weidinger - Ulm University (Germany)

Rizzi - CNR/INGM (Italy)